Landing Page: cos’è?

Innanzitutto cerchiamo di capire cos’è una landing page e in cosa si differenzia da un sito web. La landing page è una pagina web che ha lo scopo di promuovere una Call-To-Action specifica, che sia l’acquisto di un servizio, l’iscrizione alla newsletter, la richiesta di contatto. Di solito è la risposta ad una campagna di web marketing: un annuncio AdWords, un’inserzione a pagamento su Facebook o anche una campagna di email marketing. Il contenuto della landing page è mirato, e riguarda generalmente una sola offerta o un solo servizio, perché deve concentrarsi unicamente sullo scopo per il quale è stata realizzata. Presenta poco contenuto testuale e quasi sempre contiene una form di raccolta dati, perché ovviamente deve generare lead, conversioni. Per raggiungere questo scopo la landing page deve rispondere ad un bisogno.

Perché avere una landing page se ho già un sito web?

Sai che la realizzazione del sito web non può prescindere dalla realizzazione di una landing page efficace? Sarà la pagina più importante, quella che devi sfruttare per convertire un qualsiasi visitatore in una persona definita, che ti lascia i suoi dati e va a finire dritta sul tuo database di contatti. Successivamente sarà su questi contatti che dovrai lavorare affinché diventino clienti o si riconfermino come tali, con una buona campagna di marketing.

Un Esempio di Landing Page efficace dev’essere:

  • incentrata sulla call to action
  • chiara
  • concisa
  • snella
  • senza distrazioni (menu o informazioni che non rispondono al bisogno del visitatore)

Sito web (Home page) è sempre la strada migliore?

La prima differenza sostanziale che distingue la nostra home page da una landing page è la durata nel tempo. La home page di un sito internet infatti, per quanto soggetta a modifiche nel corso degli anni, resterà sempre al suo posto dato che si identifica con il nome del nostro dominio. La creazione di una landing page, invece, presuppone un’esigenza contingente da parte dell’azienda o del marchio più facilmente esaudibile grazie a una pagina mirata; per questo motivo la stragrande maggioranza delle landing page, terminato il proprio ruolo, non trova collocazione (a meno di qualche eccezione) all’interno del sito web.

La nostra home page funge da fulcro e principio per spingere il visitatore a scoprire l’intero sito; per questo ogni home page che si rispetti deve contenere un menu di navigazione chiaro e preciso. Ancora meglio se questo menu risulta di facile consultazione anche nelle altre pagine: l’utente saprà sempre dove si trova e potrà reperire le informazioni necessarie. Ciò non significa che la home page sia l’unica sezione del sito da curare: per indirizzare l’utente verso l’azione desiderata occorre che l’intero sito risponda a una pianificazione sulla base di obiettivi precisi. Discorso diverso per la landing page: fatto salvo il punto sulla pianificazione attenta e precisa, le landing page di solito non prevedono alcun menu di navigazione. Tutte le informazioni necessarie devono essere reperibili su un’unica pagina di dimensioni il più possibile contenute che contenga una call to action chiara. Diverso è il caso delle landing page costruite come un minisito: in questo caso il menu deve essere presente, ma il consiglio è di crearne uno di dimensioni ridotte.